Musica della liturgia

BLOG di don Simone Unere. Uno spazio per convogliare pensieri, notizie, approfondimenti sull’aspetto musicale della vita liturgica della Chiesa e condividere opinioni.

La Messa di Ennio Morricone

ennio-morricone

Lo scorso 11 giugno nella chiesa del SS. Nome di Gesù a Roma, Ennio Morricone ha diretto la sua Missa Papae Francisci, Anno ducentesimo a Societate Iesu restituta, per doppio coro e orchestra, da lui composta in occasione del bicentenario della ricostituzione della Compagnia di Gesù e dedicata a Papa Francesco, trasmessa da Rai 5. Un evento mondiale.

Inserisco qui un paio di link: l’esecuzione della Missa dal sito di Rai 5, e un’intervista rilasciata da Morricone a Radio Vaticana in merito al suo lavoro.

Ho rinvenuto su internet molti siti che hanno dato notizia dell’evento e diversi commenti entusiasti; tuttavia pochissime recensioni. Tra queste, l’articolista Mario Dal Bello, su Città Nuova.it, scrive: “Diciamolo subito: è davvero bella. Non so se sarà “liturgica” – manca il Credo – ma di certo c’è un’anima grande, l’anima del nostro tempo che cerca la pace e con essa Dio”.

Non sono un critico musicale: pertanto non mi addentro nell’analisi della composizione e nei suoi aspetti estetici. Di sicuro, il fatto che manchi il Credo, è l’ultimo dei problemi quanto alla liturgicità di questa composizione e anzi, da questo versante non è per nulla un problema. Piuttosto è evidente che la composizione non rispetta le forme liturgiche dei testi. Soprattutto rilevo che: il Kyrie e l’Agnus Dei non hanno una forma litanica e – in quest’ultimo – sono incomprensibili le parole, l’Alleluia non è un’acclamazione, il Sanctus non è affatto cantabile dal popolo; il testo dell’introito è costituito da un vociare informe; il pezzo finale è un omaggio alla colonna sonora di Mission. Senza contare che per essere eseguita occorre un organico di quasi 150 elementi e una buona mezz’ora.

Se ciò che Dal Bello rileva nel suo articolo è condivisibile, allora dobbiamo ritenere che questa composizione di Morricone sia animata da spirito romantico: soggettiva ricerca del divino, intima apertura all’infinito? Ma la musica liturgica è qualcosa di più e di diverso. Purtroppo la Missa Papae Francisci non è un contributo alla causa e credo che neppure intendesse esserlo.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...